Login Socio

Bronzo a Lodz per Raffaella Lelia Ciano negli European University Games

È di bronzo la prima medaglia per il judo italiano impegnato a Lodz, in Polonia, nella seconda giornata degli European University Games ed a conquistarla è stata Raffaella Lelia Ciano con il terzo posto nei 70 kg. “Lelia oggi ha fatto veramente una bella gara -ha

detto il tecnico responsabile Antonio Ciano- superando atlete di alto livello. Al primo turno ha vinto subito con la ceca Katerina Polakova ed al secondo è stata superata al golden score per tre shido a due con l’ucraina Nataliia Chystiakova, già bronzo nel Grand Slam a Tbilisi dello scorso giugno. Recuperata, Lelia ha superato la croata Lucija Babic con wazari e tre shido ed allo stesso modo ha liquidato anche la tedesca Bianca Schmidt. La finale per il terzo posto infine è stata vinta per ippon di immobilizzazione sulla polacca Anna Dyba”. “Sono molto contenta di com’è andata la gara -ha detto Raffaella Lelia Ciano- dopo un periodo di buio sto finalmente riuscendo di nuovo ad accendere la luce che ho dentro. Oggi mi sentivo davvero bene e volevo arrivare in finale per l’oro, ed anche se così non è stato sono riuscita ad arrivare in fondo concentrata e tanta voglia di prendermi la medaglia. Questa è la dimostrazione a me stessa che posso fare molto di più ed arrivare dove forse nemmeno immagino. La gara è stata abbastanza difficile e competitiva, ma oggi avevo anche tanta voglia di combattere e vincere. Un grazie va alla mia famiglia che mi è sempre vicina e mi sprona a dare di più, a migliorare me stessa giorno per giorno”. “Settimo posto nei 100 kg invece per Kevyn Perna -ha aggiunto Antonio Ciano- che dopo aver superato il croato Kristian Konjevod, è stato fermato dal forte polacco Oleksii Lysenko, poi vincitore della categoria. Nei recuperi Kevyn ha superato il finlandese Aatu Laamanen, ma poi è stato fermato dal ceco Matej Silvestr”. Una buona gara è stata anche quella di Francesca Ripandelli che, nei 57 kg (disputati ieri) ha superato la polacca Anita Pudlowska fermandosi poi di fronte all’ucraina Daryna Liashuk, un’altra vittoria nei recuperi sull’ungherese Livia Godo e quindi la seconda sconfitta con la tedesca Yasmin Bock per un buon nono posto. "Molto rammarico -ha detto Francesca Ripandelli- potevo sicuramente andare avanti con la gara. Nonostante tutto mi porto a casa un 9° posto che sta stretto ma mi da anche la carica per affrontare al meglio i prossimi appuntamenti!". “Penso che tutto sommato sia stata una gara di livello -ha commentato coach Ciano- considerata la presenza di molti atleti che frequentano l’IJF World Tour e che i nostri tre atleti si siano comportati veramente bene. Un grazie va al Cus Camerino con il presidente Stefano Belardinelli, presente al blocco delle finali, ed alle Fiamme Gialle che mi hanno consentito di esserci”.

Calendario Attività

Agosto 2022
D L M M G V S
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31

ShinyStat