3° TORNEO PRIMAVERA DEL JUDO - S. GIORGIO A CREMANO (NA) 2018

FotoNews

Bellizzi, lì 11-12-2012, ore 22:48:09. Domani alle ore 16:30 l'olimpionico di Londra 2012 Antonio Ciano del gruppo sportivo Fiamme Gialle e della nazionale Italiana terrà un allenamento nella nostra palestra dove prenderanno parte la nostra squadra agonista in preparazione dell'attività agonista del primo semestre 2013.

 

CONCLUSI I LAVORI DELL' ASSEMBLEA NAZIONALE  IL MAESTRO LUIGI NASTRI E' STATO CONFERMATO COME CONSIGLIERE NAZIONALE IN RAPPRESENTANZA DEGLI INSEGNANTI TECNICI. QUESTA È LA CONFERMA DELL'OTTIMO LAVORO SVOLTO DAL PROF. NASTI NEL QUADRIENNIO SCORSO. A NOME DI TUTTI I JUDOKA CAMPANI PORGIAMO LE PIÙ VIVE CONGRATULAZIONI E UN IN BOCCA AL LUPO PER I PROSSIMI ANNI DI DURO LAVORO.

 

Bellizzi, 10-12-2012, ore 16:11:17. Al Campionato Nazionale CSEN di Terni svoltosi nel Palatennistavolo Aldo De Santis sabato 08 dicembre i sei rappresentanti dell’Olimpica Bellizzi, hanno dato luogo ad una giornata decisamente avvincente, ottenendo un’alta percentuale di podi e collocando il club al 9° posto in classifica su circa 40 società presenti. Un risultato eccezionale che ci rende orgogliosi del lavoro fatto in palestra. Complimenti agli atleti che hanno partecipato a questa competizione. Analizziamo la gara: nella classe Esordienti A, Coppola Emanuele Kg. 60, nulla da recriminare a questo giovanissimo atleta che conclude il suo anno da esordiente A infilando l’ennesima medaglia d’oro al collo. Un anno eccezionale che lo ha visto sempre protagonista. Tre gli incontri disputati in una poule con 10 atleti, supera il primo con grande determinazione infliggendo all’avversario un O uchi gari, che lo schianta a terra dopo pochi secondi di studio. Si ripete nella semifinale, deciso coglie l’occasione per sfruttare lo squilibrio dell’avversario, stessa tecnica uguale risultato…IPPON. Nella finale, ha lavorato qualche secondo in più, conquista un waza-ari, porta l’avversario a terra ed è qui che Emanuele da il meglio, bloccandolo in un fantastico sankaku che gli fa conquistare il gradino più alto del podio. Nella classe Esordienti B, Supino Antonio kg. 45 disputa due incontri. Il primo contro un ormai conosciuto atleta della Star Judo Club di Scampia a cui il nostro Toni da grande filo da torcere. Un pochino di autostima in più lo avrebbe portato sicuramente alla vittoria. Tiene il controllo dell’incontro per più di due minuti, si muove bene sul tatami operando un lavoro congiunto di prese e squilibri, entra in tecnica più volte portando a terra l’affaticato avversario. Sfiduciato subisce un ippon a soli trenta secondi dalla fine. Ripescato disputa la finale per la medaglia di bronzo con grande decisione e grinta. Subisce uno shidò, ma subito lo pareggia con destrezza e tecnica. Successivamente rompe la presa alta, squilibria ed entra in seoi e conquista un waza-ari, continuando blocca l’avversario a terra in osae komi…IPPON, conquistando il 3° posto in classifica. Di Giorgio Stefano kg. 60, tre gli incontri disputati, il primo nonostante tutta la buona volontà non riesce a tenere a bada l’ostico avversario e dopo aver subito yuko viene immobilizzato in osae komi. Ripescato conduce il secondo incontro con fierezza e decisione riuscendo a far sanzionare l’avversario per due shidò. Supera il turno ed accede alla finale 3°/5° posto dove viene immobilizzato e rimane ai piedi del podio. Un atleta convinto su cui bisogna lavorare ancora un pochino per ottenere a breve le giuste soddisfazioni. Nella classe Cadetti, Pironti Erika kg. 63, girone all’italiana e due incontri disputati. Il primo viene condotto senza la giusta determinazione, sembrava rivedere la Erika di qualche anno addietro, dove errori tattici la portavano ad ottenere sconfitte. Lenta nel tsukuri, subisce la predominanza di una non ostica avversaria, che infila subito un waza-ari approfittando della posizione laterale. Riorganizza le idee e con caparbietà riesce a portarla a terra dove in osae komi la tiene oltre il tempo necessario, svarione arbitrale, che decreta la vittoria. Al secondo turno, lavora meglio, ascolta i consigli e riesce a piazzare due yuko ed un sentito…IPPON. Notevoli progressi si sono registrati nelle due ultime gare. Di Giorgio Domenico kg. 66, tre incontri disputati, ormai riesce a salire sul tatami non più da principiante ma da vero atleta professionista. Abbandonata la tensione, riesce a dare il meglio di sé. Conduce il primo incontro con determinazione e concentrazione, lavora bene sulle prese e dopo aver inflitto un primo yuko piazza un fantastico, velocissimo seoi che lo porta al turno successivo. Qui è un vero bulldozer, non da tregua all’avversario e determinato conquista la finale  piazzando due waza-ari. Finale che avrebbe potuto sicuramente vincere se avesse continuato a credere nelle sue potenzialità, ma viene sconfitto, causa anche un leggero infortunio, subendo ippon e si classifica secondo. Ma resta la soddisfazione di aver fatto bene. Vitolo Simone kg. 50, nulla da recriminare a questo piccolo campione, tenace, assiduo, perseverante, dotato di una grande forza di volontà che raccoglie i frutti del suo lavoro. Girone all’italiana anche per Simone, due incontri, il primo fatto di tattica che porta a far sanzionare per due volte di shidò l’avversario, per poi piazzare un decisivo vincente…IPPON. Finale condotta con la medesima grinta e decisione. Si muove bene e conduce l’avversario a subire uno splendido seoi ed è…IPPON.

 
Premio Gentilella
Premio Iavazzo
Sponsors Partners

In order to view this object you need Flash Player 9+ support!

Get Adobe Flash player
Joomla! Slideshow