Bellizzi, 01 Febbraio 2012. Solo Vitolo Simone Kg. 46 centra un piazzamento all'edizione 2012 del prestigioso trofeo Alpe Adria, gara valevole per il Gran Prix Juniores e Cadetti. Si comincia il sabato con Di Serio Manuel Kg. 73 nei Juniores, categoria con 64 iscritti. Buona la partenza dove centra la vittoria contro un forte atleta marcando un velocissimo ippon dopo averlo fatto anche sanzionare con uno shidò. Nel secondo incontro una tattica sbagliata consente all'avversario di marcare ippon di uchi mata, tecnica temuta per via della sua statura. Ai ripescaggi supera il primo incontro per uno straordinario soffocamento dopo una bella azione a terra. Poi si perde nel secondo, ancora una volta per qualche errore di troppo, subisce prima uno yuko e poi un ippon evitabile. Domenica è la volta dei cadetti, il primo a scendere sul tatami è Leo Massimiliano Kg. 66, qualcosa non funziona nella sua azione di gara, infatti esce di scena subendo due yuko ed ippon, compreso uno shidò. Cocente sconfitta dopo molto tempo che lo estromette anche dai ripescaggi. Poi tocca al fratello Francesco Kg. 66, supera il primo incontro non senza fatica, marca uno yuko e poi un waza-ari, nel finale subisce un waza-ari sulla scarsa tenuta.  

Nel secondo incontro si scompone e subisce un racombolesco ippon, restando fuori anche dai ripescaggi. Categoria con 50 iscritti con un alto livello tecnico, vista la partecipazione di tante nazioni straniere, speriamo in un pronto riscatto agli imminenti Campionati Italiani. Coppola Francesco Kg. 73, categoria con 43 iscritti, conduce con iniziativa l'incontro marcando dopo ripetuti attacchi solo uno yuko. In una rocambolesca azione a terra rimane immobilizzato e finisce qui la sua gara, infatti non viene ripescato. Infine Vitolo Simone kg. 46 che nella categoria con 22 iscritti, si piazza al settimo posto con qualche recriminazione. Supera il primo incontro per uno yuko ed ippon, facendo sanzionare anche l'avversario con shidò. Sbandamento nel secondo incontro sembrato alla sua portata, subisce uno yuko ed ippon di immobilizzazione. Ai ripescaggi supera il primo incontro per due yuko, uno frutto di due sanzioni dell'avversario, subisce uno shidò, poi marca due waza-ari, vero capolavoro. Nel secondo incontro decisivo per l'ingresso in finale per il bronzo, subisce troppo l'iniziativa dell'avversario che marca un waza-ari, due yuko, viene sanzionato per shidò, poi un secondo waza-ari. Una esperienza servita per il futuro, ora speriamo in un buon Campionato Italiano Cadetti per tutti.

 
Trofeo Olimpica
Premio Gentilella
Premio Iavazzo
Stage Roccaraso
Sponsors Partners

In order to view this object you need Flash Player 9+ support!

Get Adobe Flash player
Joomla! Slideshow