Bellizzi, 07-05-2012, ore 15:25:52. Buone indicazioni dal torneo Città di Caserta, dove i nostri atleti si sono distinti con brillanti prestazioni. Nella classe Ragazzi, cinque atleti della sezione di Pugliano hanno conseguito i seguenti risultati, Landi Alessio Kg. 35, cede per ippon al primo incontro e non viene ripescato.Spasiano Gennaro Kg. 35, viene superato per due shidò e resta fuori dai ripescaggi. Perillo Gabriele Kg. 40, si ferma ai piedi del podio, supera treincontri e viene sconfitto in due. Mancuso Alessandro Kg. 35 centra la medaglia di bronzo, frutto di tre incontri vinti e due persi. De Luca Francesco Kg. 45 di Bellizzi centra la medaglia di bronzo, supera il primo incontro per ippon, il secondo per ippon di immobilizzazione, perde il terzo per ippon. Nella finale per il bronzo supera l'avversario per ippon. Nella classe Cadetti, gara in preparazione della finale nazionale del prossimo Giugno, Pironti Erika Kg. 63 torna alla vittoria con un'ottima prestazione, supera il primo incontro per ippon, il secondo per ippon di immobilizzazione e la finale per due yuko e ippon di immobilizzazione. Coppola Francesco Kg. 73, vittima di sviste arbitrali, nel primo incontro mentre era in vantaggio di yuko viene sanzionato per hansoku makè su una azione molto dubbia. Relegato ai ripescaggi agguanta la medaglia di bronzo vincendo il primo incontro per ippon di immobilizzazione, il secondo per waza-ari e yuko. Di Giorgio Domenico Kg. 60 al primo incontro nella veemenza si lancia di corsa contro l’avversario che ne approfitta caricandolo di o goshi e piazzando un fragoroso ippon che lo scaglia con la testa a terra. Il medico per precauzione ne sentenzia la fine della gara. Vitolo Simone Kg. 46, supera il primo incontro per waza-ari ed ippon di immobilizzazione. Nella finale la staticità lo porta a prendere uno shidò e poi un waza-ari. Nella classe Esordienti A, Landi Carmine Kg. 55, supera il primo incontro per yuko ed ippon di immobilizzazione, il secondo per sanzione dell'avversario. Nella finale con il compagno di squadra Coppola Emanuele, cede per un waza-ari ed ippon di immoblizzazione. Quest'ultimo si muove meglio dell'ultima gara e centra l'oro, superando il primo incontro per ippon di immobilizzazione, il secondo ippon di o uchi gari, la finale con il compagno Landi. Nella classe Juniores/Seniores valevole come Grand Prix 1° e 2° dan, Raimondi Giovanni Kg. 66 al primo incontro subisce ippon da un avversario molto esperto, classificatosi poi quinto e non viene ripescato. Ha lavorato bene sulle prese ma gli è mancato il coraggio di credere in se stesso. Russo Antonio Kg. 66, ogni tanto lo si rivede in gara, supera il primo incontro per yuko, frutto di due sanzioni dell'avversario, cede nel secondo per leva al braccio. Ai ripescaggi cede per waza-ari e poi un fragoroso ippon di hiza guruma. Molto prevedibile tatticamente, in tanti anni di judo sul groppone ha fatto sua una sola tecnica ripetuta all’infinità e per lo più in modo lento e statico. Unico punto a vantaggio il fiato. Male sulle prese in quanto non riusciva a piazzare quella alta ne rompeva quella bassa. Palumbo Alessandro Kg. 100 un solo incontro, quattro in categoria si piazza terzo nonostante la sconfitta. Si muove tanto ma in modo scoordinato ed inconclusivo, attacca ripetutamente contro un avversario statico entrando in tecnica al 50%. Subisce kaeshi waza su harai goshi.

 
Premio Gentilella
Premio Iavazzo
Sponsors Partners

In order to view this object you need Flash Player 9+ support!

Get Adobe Flash player
Joomla! Slideshow