Tre atleti rappresenteranno la nostra società alla finale nazionale del Campionato Italiano Esordienti 2011 che si terrà il 12 Novembre al PalaFijlkam di Ostia (RM). Sabato 22 Ottobre sono scesi sul tatami di Ponticelli (NA) sei atleti a contendersi la finale. Abbiamo strappato due biglietti con Avallone e Coppola, amarezza per Vitolo e Di Giorgio Stefano che hanno sfiorato la qualificazione.

La cronaca della gara:

 

Avallone Francesco Kg. 50 – si presentava per la prima volta a questa competizione con un bagaglio tecnico limitato, ma animato da grande volontà. Supera il primo incontro per ippon di immobilizzazione determinato e grintoso. Nel secondo incontro cala vistosamente commettendo molti errori che gli costano due waza-ari e la sconfitta in un incontro non irresistibile. Ai ripescaggi riesce ad agguantare il terzo posto, ultimo utile per la finale, infatti supera il primo incontro per ippon e poi nella finale per il terzo posto sfodera la prestazione dell’anno, recuperando un incontro con cuore e volontà, sotto di waza-ari, prima pareggia il punto e poi marca ippon di immobilizzazione.

Vitolo Simone Kg. 45 – come lo scorso anno si ferma ad un passo dalla qualificazione, amarezza per i troppi errori commessi che non premia il grande lavoro che questo serio ragazzo produce in palestra. Sconfitto subito al primo incontro per tre shidò ad uno e nel finale dell’incontro nel tentativo sterile di rimontare becca un altro waza-ari. In salita la sua gara, ripescato supera il primo incontro per uno yuko ed ippon di immobilizzazione, supera anche il secondo per due yuko. Nella finale per il terzo posto, ultimo utile per la qualificazione, soccombe per uno shidò ed ippon di immobilizzazione, oramai vuoto e privo di iniziativa.

Di Giorgio Domenico Kg. 60 – si presenta con una discreta preparazione, ma la tensione gioca ancora a suo sfavore, soccombe nel primo incontro per ippon di gaeshi, restando fuori anche dai ripescaggi. Risultato bugiardo perché guardando la categoria poteva dire la sua.

Coppola Francesco Kg. 73 – accreditato alla vigilia di una buona prestazione, questa volta non si lascia sfuggire l’occasione, infatti polverizza i due avversari che lo separavano dalla finale inseguita un anno. Primo incontro dominato per due waza-ari e uno yuko, netta la superiorità, avversario sanzionato con tre shidò. Nel secondo incontro uno yuko ed ippon lasciano di stucco l’avversario e si lascia andare in un pianto liberatorio.

D’Aiutolo Antonio Kg. 81 – ritorna in gara dopo un po’ di tempo, forse è scattata la molla di mettersi ad allenare seriamente. Si mette in gioco con poco allenamento e cerca di contrastare l’avversario, ma becca quattro shidò che decretano la sconfitta. Ai recuperi esce vittorioso dall’incontro per il terzo posto per ippon, ma non basta per la qualificazione.

Di Giorgio Stefano Kg. 55 – vera sorpresa della giornata, lotta con la bilancia fino all’ultimo. Sale sul tatami in un incontro proibitivo e marca un meraviglioso ippon di gaeshi. Secondo incontro perso per due shidò, che regalano uno yuko all’avversario ed ippon. Vengono fuori i limiti di questo ragazzo che stà cercando di colmare le lacune del passato. Nell’incontro per il terzo posto, ultimo per la qualificazione, si scoordina e becca un waza-ari ed un altro in osae waza. Comunque resta la buona prestazione condotta con volontà.

 
Premio Gentilella
Premio Iavazzo
Sponsors Partners

In order to view this object you need Flash Player 9+ support!

Get Adobe Flash player
Joomla! Slideshow